Please Wait For Loading

La bioginnastica e il benessere del corpo e della mente

    Here
  • Home
  • Benessere La bioginnastica e il benessere del corpo e della mente

La bioginnastica e il benessere del corpo e della mente

19 Febbraio 2024 admin 0 Comments

Ogni singolo gesto che compiamo nella vita di tutti gironi, dal più impegnativo al più banale,
richiede uno sforzo importante da parte del nostro organismo. Si tratta di un fattore che spesso
sottovalutiamo e che, in diversi casi, può comportare delle conseguenze piuttosto rilevanti. Uno
degli aspetti più importanti per il benessere e il corretto funzionamento del nostro corpo è costituito
dalla postura, cioè la posizione che assumiamo in risposta all’ambiente fisico, psichico ed
emozionale che ci circonda, un elemento che, se non curato, può portare all’insorgenza di
patologie.
Mantenere una postura corretta comporta, chiaramente, degli importanti benefici, permettendo al
nostro corpo di compiere un qualsiasi movimento senza provare alcun tipo di dolore o di fastidio.
Le nostre abitudini di vita, però, spesso, ci portano a mantenere delle posizioni errate,
comportando delle conseguenze nella vita di tutti i giorni. Onde evitare l’insorgere di problematiche
o, nel peggiore dei casi, di vere e proprie patologie, la prevenzione, così come la pratica di
un’adeguata attività fisica, gioca un ruolo cruciale.
La ginnastica posturale
Trascurare le problematiche legate ad una errata postura può portare all’insorgenza di anomalie
come il paramorfismo o, ancora peggio, alla creazione di veri e propri dismorfismi, complessi da
risolvere e per i quali, spesso, è necessario ricorrere ad un intervento chirurgico. Per questo
motivo diventa importante, in primis, l’attività di prevenzione, con visite specifiche consigliate
nell’età dello sviluppo. Oltre a ciò, chiaramente, grande rilevanza è assunta dalla ginnastica
posturale, volta a migliorare i problemi già insorti a livello di postura.
Nel caso della ginnastica posturale, si tratta di una serie di esercizi, indicati dagli specialisti del
settore, a scopo terapeutico e preventivo, volti a migliorare non solo la postura ma anche la
mobilità e, quindi, ottimizzare il confort del nostro corpo.
La bioginnastica
Nell’ambito della ginnastica posturale ha acquisto sempre più importanza, negli ultimi decenni, la
cosiddetta bioginnastica. Si tratta di una metodologia trasversale, in grado di essere applicata in
ambiti diversi e che unisce tecniche occidentali ed orientali. Essa è stata ideata dalla dottoressa
Stefania Tronconi e si tratta di una disciplina in continua evoluzione grazie alla sperimentazione sul
campo messa in atto quotidianamente sia dai terapisti che dagli allievi stessi.
L’obiettivo della bioginnastica è il raggiungimento di uno stato di benessere psicofisico, cioè il
raggiungimento dell’equilibrio non solo a livello fisico ma anche a livello emotivo e psichico,
lavorando, quindi, su un doppio binario: corpo e mente. I benefici a livello sensoriale, infatti, non
hanno una importanza secondaria rispetto a quelli sulla struttura fisica, in quanto correlati.
Essa, inoltre, è una pratica aperta a tutti: non esistono limiti di sesso, età, patologie o condizioni
fisiche particolari come, ad esempio, la gravidanza. La bioginnastica è, semplicemente, per
chiunque voglia abbracciare uno stile di vita sano.
Le fasi della bioginnastica
Le lezioni di bioginnastica possono essere tenute sia in gruppo che a livello individuale. In
quest’ultimo caso, ovviamente, il lavoro sarà maggiormente personalizzato e aderente alle proprie
specifiche problematiche. Le sedute, in ogni caso, si compongono di diverse fasi: una prima fase di
ascolto e di percezione corporea alla quale segue, successivamente, un processo volto alla
decontrazione muscolare. Infine, a conclusione, c’è un lavoro mirato al miglioramento della
postura, seguito da un ultimo momento di relax caratterizzato da massaggi.

Partendo dalla prima fase, quella di ascolto e di percezione, essa ha lo scopo di preparare
l’individuo ai momenti successivi. Attraverso esercizi di respirazione, infatti, è possibile raggiungere
il giusto livello di concentrazione per poi passare alla vera e propria attività fisica.
Una volta pronti per svolgere l’attività fisica, si passa alla decontrazione muscolare. Vengono
messi in atto, ossia, i primi movimenti motori volti sciogliere e ad allungare i muscoli, avvalendosi,
se necessario, di ausili come cilindri. Si sbloccano, in questo modo, le rigidità e ci si libera di
carichi e sovraccarichi, ritrovando l’armonia a livello corporale.
Si arriva in questo modo, finalmente, al trattamento della postura. Vengono messi in atto, in questa
fase, esercizi fisici, tipici della classica ginnastica posturale, volti a migliorare la situazione
dell’individuo, andando a correggere le scorrettezze e le eventuali alterazioni della postura.
Infine, a conclusione di questo iter, si colloca un momento di relax caratterizzato da massaggi,
singoli o di coppia, per scaricare le tensioni muscolari accumulate nel corso della seduta di
bioginnastica.

leave a comment

X